Cellulari e campi elettromagnetici

A partire dal Gennaio ’99 è entrata finalmente in vigore una legge (n. 381, 10/9/98) di radioprotezione per le alte frequenze (100 Khz – 300 Ghz). D’ora in poi, le antenne per la telefonia mobile e per le radiocomunicazioni saranno soggette ad una valutazione del campo elettromagnetico generato affinché siano rispettati i limiti di esposizione della popolazione che, per esposizioni non inferiori a quattro ore sono fissati come segue:

Campo elettrico: 6 V/m

Campo magnetico: 0,016 A/m

Densità di potenza dell’onda piana equivalente a 0,1 W/m2

La legge prevede inoltre l’adeguamento degli impianti preesistenti, nel caso i limiti vengano superati, a carico dei titolari degli impianti (si rimanda al testo della legge per i dettagli).

I limiti presi in considerazione sono, a nostro parere, accettabili in base alle conoscenze scientifiche emerse finora ed in particolare la richiesta che “[gli impianti producano] i valori di campo elettromagnetico più basso possibile, compatibilmente con la qualità del servizio”.

“Invitiamo comunque i cittadini a verificare, ogni qualvolta lo sospettino – ha dichiarato Claudia Castaldini, responsabile energia di Legambiente Emilia-Romagnache i campi elettromagnetici nei luoghi di vita e di lavoro non superino i limiti indicati”.



Categorie:News

Tag:,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: