Simeto: un altro ecomostro viene giù

“Dopo la stagione del mattone selvaggio – ha dichiarato Ermete Realacci, Presidente di Legambientesperiamo che si apra la stagione delle ruspe. L’operazione che ha dato il via all’abbattimento delle case abusive all’interno dell’Oasi del Simeto è un successo importante, è un altro tassello, dopo l’abbattimento del Fuenti, nella costruzione di un’Italia che punta sulla legalità, sul territorio, sulla lotta all’ecomafia”.

“L’abbattimento di centinaia di case fuorilegge edificate in spregio a vincoli e norme in una delle zone umide più importanti del Mediterraneo – ha aggiunto Realacci – è un successo per il Paese in una regione come la Sicilia, in cui il mattone abusivo è quasi interamente gestito dalla mafia”.

Le seconde case dell’Oasi del Simeto, il Fuenti, le ville su Pizzo Sella sono tutte facce diverse della stessa medaglia: tutti rappresentano una parte dell’Italia che ha pensato e pensa di fare ciò che vuole del territorio, ma finalmente qualcosa sta cambiando. Speriamo inoltre che questo di Catania possa essere un ulteriore stimolo per il Parlamento: va approvato subito il disegno di legge contro l’abusivismo.



Categorie:News

Tag:,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: