Caserta: demolire gli ecomostri

Il Demanio ha riacquisito il possesso dell’area del Villaggio Coppola-Pinetamare a Castelvolturno in provincia di Caserta.

“Una giornata – ha dichiarato Enrico Fontana, responsabile nazionale dell’Ufficio Ambiente e Legalità di Legambienteall’insegna del ripristino della legalità, un segnale importante per il Paese, una testimonianza forte della volontà di cambiare pagina. Lo Stato si riappropria di 101 ettari che per anni sono stati sottratti alla piena disponibilità dei cittadini e in gran parte occupati dal cemento abusivo. Adesso bisogna procedere all’immediata riqualificazione dell’area attraverso la demolizione degli otto palazzoni di dodici piani, per consentire la nascita di un parco cittadino in modo da garantire il recupero della pineta, della spiaggia e della costa. Un altro segnale forte proprio dalla Campania, che si va ad aggiungere alla demolizione dell’Hotel Fuenti e delle ville illegali di Eboli, regione leader in Italia del “cemento connection” con 31 clan coinvolti, 5.000 costruzioni abusive realizzate nel solo 1998, 1.228 reati penali accertati”.



Categorie:News

Tag:,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: