Premiati i comuni più “ricicloni” dell’Emilia-Romagna

Si è svolto a Bologna l’incontro pubblico per la presentazione dell’indagine conoscitiva sui Comuni “Ricicloni” dell’Emilia-Romagna, realizzata da Legambiente con la collaborazione dell’Autorità Regionale per la Gestione dei Rifiuti ed il patrocinio della Regione Emilia-Romagna realizzata sui dati della raccolta riferiti al 2007.

“Lo scopo – ha spiegato Lorenzo Frattini, della Direzione Regionale di Legambiente Emilia-Romagna, illustrando i risultati – è stato quello verificare l’impegno delle amministrazioni comunali di premiare le situazioni più virtuose nella gestione dei rifiuti, segnalare le migliori prestazioni quantitative e qualitative nella riduzione dei materiali destinati allo smaltimento e nella raccolta differenziata finalizzata al riciclaggio. Il dato generale di merito che emerge chiaramente – ha aggiunto Frattini – è che dove la raccolta viene effettuata con sistemi che vedono la partecipazione attiva dei cittadini (ad esempio il porta a porta) i risultati sono decisamente migliori”.

“C’è stato un buon risultato per questo tipo di indagine – ha confermato Luigi Rambelli, Presidente di Legambiente Emilia-Romagnahanno risposto puntualmente alle domande del questionario 102 comuni che rappresentano circa il 60% della popolazione regionale. Sono emerse comunque – ha aggiunto – anche dinamiche che denotano il venir meno del ruolo politico di indirizzo sul tema dei rifiuti urbani: infatti un numero non piccolo di amministratori ha comunicato di non essere in grado dare una risposta in quanto il servizio è stato affidato ad una delle grandi multiutility presenti in regione”.

“Iniziative come questa di Legambiente sono molto importanti, perché stimolano buone pratiche – così afferma Lino Zanichelli, Assessore all’Ambiente della Regione Emilia-Romagna, che continua – in Emilia-Romagna siamo già al 45% di raccolta differenziata, un dato che ci mette in grado di centrare l’obiettivo europeo del 50% al 2010. Anche grazie all’impegno della Regione che con questo Piano di Azione Ambientale destina al settore 15,5 milioni di euro”. Di notevole interesse anche gli interventi di Stefano Ciafani, Responsabile Scientifico di Legambiente, Andrea Cirelli, Autorità per la gestione dell’acqua e dei rifiuti dell’Emilia-Romagna e di Giancarlo Longhi, Direttore Generale CONAI. Al termine della presentazione sono stati premiati i comuni più meritevoli. Le classifiche sono state stilate suddividendo i comuni in base al numero di abitanti: meno di 5000, tra 5000 e 25000, sopra i 25000. Per la prima categoria (comuni fino 5000 abitanti) il premio per la minor quantità di rifiuti smaltiti pro capite va al comune di Soragna, che si aggiudica anche il premio per la miglior percentuale di raccolta differenziata”.

Il comune di Campegine (RE) si aggiudica il primo posto per il maggior quantitativo di raccolta differenziata della carta; per la raccolta del vetro invece il vincitore è il comune di Polesine Parmense (PR).

Per la seconda categoria (comuni tra i 5000 e 25000 abitanti) il premio per la minor quantità di rifiuti smaltiti pro capite va al comune di Fidenza (PR). Il premio per la miglior percentuale di raccolta differenziata va al comune di Monticelli D’Ongina (PC). Per quanto riguarda i premi per le maggiori raccolte differenziate per materiale vanno al comune di Cavriago (RE) per la raccolta della carta, al comune di Castelvetro Piacentino (PC) per il vetro.

Per la terza categoria (comuni sopra i 25000 abitanti) il premio per la minor quantità di rifiuti smaltiti pro capite va al comune di Lugo (RA), che si aggiudica anche il primo posto nella classifica per la miglior percentuale di raccolta differenziata. I premi per le maggiori raccolte differenziate suddivisi per materiale vanno ai comuni di: Piacenza (PC) per quanto riguarda la carta, Cervia (RA) per quanto concerne il vetro.

Il comune dell’Emilia Romagna che ha registrato il maggior incremento di raccolta differenziata è stato Fontevivo (PR). Si è registrato un miglioramento del 30%, grazie al passaggio dalla raccolta rifiuti con cassonetti stradali alla raccolta porta a porta. Il riconoscimento per il comune con la minor produzione di rifiuti pro capite da smaltire va a Fidenza (PR).

Oltre 40 comuni hanno fornito informazioni interessanti anche per quanto riguarda le buone pratiche di gestione con particolare riferimento alla riduzione dei rifiuti prodotti. Si tratta di iniziative di educazione all’acquisto; sconti sulla tariffa in particolare a chi fa compostaggio domestico, interventi per l’uso dell’acqua in caraffa con minor produzione di bottiglie a perdere; per la diffusione dei distributori di detersivi alla spina: contributi per gli utilizzatori di pannolini da bambino lavabili e riutilizzabili; adozioni di pratiche per eliminare imballaggi per bevande nelle mense.



Categorie:News

Tag:,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: