Treni in Romagna: i tempi di percorrenza sono gli stessi del 1938, ma allora arrivavano in orario?

pendolariaLegambiente: situazione critica per linee minori come la Lavezzola-Lugo-Faenza, dove la velocità media è rimasta ferma a 30km/h, mentre con i finanziamenti destinati a strade e autostrade, come la Orte-Mestre, si potrebbe garantire un servizio ferroviario capillare in tutta la regione per decine di anni.

In occasione della campagna “Pendolaria”, Legambiente ha confrontato il nuovo orario ferroviario con uno che risale al 1938 e qui la sorpresa: 75 anni fa il direttissimo 449 Bologna-Rimini collegava le due città in un’ora e 19 minuti, con fermate intermedie a Faenza, Forlì e Cesena, alla velocità media di circa 100km/h; oggi un moderno intercity che faccia le stesse fermate impiega solamente 10 minuti in meno; tempi di percorrenza simili anche tra i “diretti” e gli”accelerati” di allora e i moderni regionali: oggi però i pendolari si lamentano spesso dei ritardi, chissà se allora i treni arrivavano davvero in orario come si racconta.

“Se comunque sulla direttrice Bologna-Rimini, già negli anni ’30 era possibile raggiungere velocità medie considerevoli – ha dichiarato Yuri Rambelli, Presidente del circolo Legambiente A. Cedernala situazione al giorno d’oggi è critica soprattutto per le linee considerate “minori”, con soppressioni e riduzioni dei servizi che disincentivano ulteriormente l’utilizzo del trasporto pubblico, come dimostrano i risultati del censimento dei servizi presenti in 46 stazioni ferroviarie dal ravennate alla bassa bolognese”.

Emblematico il caso ad esempio della linea Lavezzola-Lugo-Faenza, che potrebbe garantire un collegamento diretto della bassa romagna con Ferrara e Firenze, ma che invece da anni è considerata un “ramo secco” su cui il servizio è ridotto al luminicino, spesso realizzato con autobus al posto dei treni, che impiegano il doppio del tempo, alla poco edificante velocità media di 30km/h. Spesso si parla di misure necessarie per sviluppare il turismo, fornire servizi ai territori, garantire la mobilità sostenibile, ma negli ultimi 10 anni i finanziamenti per le infrastrutture sono andati in massima parte alla realizzazione di strade.

“I nostri amministratori chiedono a gran voce la realizzazione di nuove infrastrutture stradali – ha aggiunto Rambelli – come la Orte Mestre, dal costo presunto di 10 miliardi di euro, eppure, con i soli 100 milioni previsti per il “People Mover” di Bologna, si potrebbe garantire la disponibilità di un treno ogni ora su tutta la rete ferroviaria della Provincia di Ravenna per i prossimi 10 anni, creando quindi una connessione rapida e agevole tra i vari comuni e nei collegamenti con Rimini, Firenze, Bologna e Ferrara, con ovvie ripercussioni sull’offerta turistica, sulla qualità dell’aria e sull’offerta di mobilità sostenibile. Ci si può solo immaginare quale servizio si potrebbe garantire in regione se solo una o due delle grandi opere autostradali in progetto venisse cancellata per destinare le risorse al trasporto ferroviario”.

Per analizzare lo stato dei servizi ai viaggiatori, i circoli Legambiente A. Cederna della Bassa Romagna e ImolaMedicina in collaborazione con i circoli Lamone di Faenza e Matelda di Ravenna hanno realizzato un censimento dei servizi presenti in 43 stazioni ferroviarie da Ravenna a Bologna, una “gara” tra treno, auto e autobus tra Imola e Bologna e hanno inoltre raccontato come la Romagna potrebbe sviluppare il turismo su rotaia, con un viaggio dimostrativo sul treno “fantasma” che collega direttamente Lugo con Firenze.



Categorie:News

Tag:, , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: