Raccolta porta a porta e tariffa puntuale: le risposte dei candidati sindaco della “Bassa Romagna”

Chi inquina paga: i candidati e le liste che hanno risposto all’appello di Legambiente e Rete rifiuti Zero sulla raccolta porta a porta e sulla tariffazione puntuale in cui si pagano i rifiuti effettivamente prodotti.

Gestione dei rifiuti: a quando la messa in pratica del principio “chi inquina paga?” Le novità annunciate nelle ultime settimane durante le assemblee pubbliche tenute da HERA si sono infatti limitate alla riproposizione dei classici cassonetti stradali, ora raggruppati in “isole ecologiche di base”, rimandando alla prossima volta la realizzazione di un sistema di raccolta porta a porta in cui ognuno paga per i rifiuti realmente prodotti.

Il circolo Legambiente “A. Cederna” e la Rete Rifiuti Zero hanno quindi chiesto ai candidati sindaco e alle liste per il rinnovo delle amministrazioni comunali della Bassa Romagna di pronunciarsi sulla raccolta porta a porta e sulla tariffazione puntuale, in base alla quale i cittadini pagano i rifiuti effettivamente prodotti.

Finora hanno risposto positivamente all’appello per la raccolta porta a porta i Verdi di Lugo, con il capolista Gian Luca Baldrati, Mirko Caravita, Candidato Sindaco per Fusignano per la Sinistra, il portavoce di Sinistra per Lugo Gilberto Minguzzi, la candidata Sindaco della lista Per la Sinistra di Lugo Valeria Ricci, Donatella Garavini, Candidata Sindaco per il Movimento 5 Stelle di Alfonsine e Tiziano Bordoni, Candidato a Sindaco per il Comune di Conselice per la lista Rifondazione-Partico Comunista-Per la Sinistra. Invece Davide Solaroli, candidato Sindaco delle liste Per la Buona Politica, Lega, Uniti per Lugo si è espresso a favore della tariffa puntuale ma non si è pronunciato sull’aspetto principale della raccolta porta a porta. Adesione solo parziale al sistema porta a porta anche da Paola Pula, candidata a Conselice per la lista Oltre!

Si registra poi una dichiarazione di HERA sulla stampa per cui in tutti i comuni della Bassa Romagna, ad eccezione di Lugo, si procederà ad una riorganizzazione della raccolta stradale con IEB (isole ecologiche di base) che comprendono anche i cassonetti di umidi e indifferenziato, per poi procedere in futuro alla tariffazione puntuale. Questo appare in contrasto con quanto richiesto, la raccolta porta a porta con tariffa puntuale entro il 1-1-2021. Si chiede perciò alle Amministrazioni di chiarire. Legambiente e Rete Rifiuti Zero daranno notizia di eventuali altri pronunciamenti di candidati “ritardatari” che dovessero comunque pervenire prima delle elezioni del 26 Maggio.

“Tale sistema voluto da HERA è di gran lunga peggiore e insostenibile sotto l’aspetto ambientale – ha dichiarato Natale Belosi, coordinatore della Rete Rifiuti Zeroe i dati statistici dei comuni della nostra regione confermano che i migliori risultati in quantità e qualità siano raggiunti dai comuni porta a porta integrale con tariffa puntuale, con rifiuti da smaltire dimezzati e scarti delle raccolte differenziate ridotti ad un terzo rispetto al sistema HERA. Il tutto si traduce in minor spreco delle risorse e in minori emissioni di gas climalteranti”.

“La situazione richiede che si affrontino le criticità e i costi del sistema, che ricadono sui cittadini e le imprese. È necessaria una partecipazione attiva e puntuale dei cittadini alla gestione, basata sul principio “chi inquina paga” – ha dichiarato Yuri Rambelli, presidente del circolo Legambiente “A. Cederna”l’obiettivo prioritario deve essere infatti la riduzione dei rifiuti prodotti, che si potrebbe raggiungere penalizzando l’eccesso di imballaggi, ma anche responsabilizzando le imprese produttrici e distributrici”.

Tra le misure possibili ci può essere la vendita di bevande in contenitori da restituire su cauzione, come si faceva fino a pochi anni fa. La stessa raccolta differenziata dovrebbe essere finalizzata al riciclaggio tramite “conferimento premiato nelle isole ecologiche” e contestualmente estendere la raccolta “porta a porta” in modo da giungere al superamento dei cassonetti stradali e contrastare così efficacemente gli “abusi” quotidiani.



Categorie:News

Tag:,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: